Lettori fissi

07 giugno 2014

01 maggio 2014

18 aprile 2014

Ciao Gabo



“Allora saltò oltre per precorrere le predizioni e appurare la data e le circostanze della sua morte. Tuttavia, prima di arrivare al verso finale, aveva già compreso che non sarebbe mai più uscito da quella stanza, perché era previsto che la città degli specchi (o degli specchietti) sarebbe stata spianata dal vento e bandita dalla memoria degli uomini nell’istante in cui Aureliano Babilonia avesse terminato di decifrare le pergamene, e che tutto quello che vi era scritto era irripetibile da sempre e per sempre, perché le stirpi condannate a cent’anni di solitudine non avevano una seconda opportunità sulla terra.”
                                                                                           
                                                                                       “Cent’anni di solitudine”
                                                                       Gabriel Garcìa Màrquez


10 aprile 2014

Socialmente utile?


                         Sì certo, un tipo decisamente affidabile!!


25 marzo 2014

Fernando Pessoa


 Il tedio non è la malattia della noia di non aver nulla da fare, ma una malattia più grave: sentire che non vale la pena di fare niente.                                                            
                                                                                 Fernando Pessoa da " Il libro dell'inquietudine"

12 marzo 2014

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...